Newsletter

I cento linguaggi dei bambini in contesti multiculturali

I 100 linguaggi dei bambini in contesti multiculturali

Come una scuola dei 100 linguaggi favorisce la costruzione di competenze linguistiche, comunicative, relazionali, cognitive

 

 

Una fase di pre-ricerca, realizzata tra il 2007 e il 2008, ha approfondito la reciproca conoscenza tra le differenti realtà educative, reggiana e svedese, coinvolte nel progetto. Si è sviluppato un percorso che ha portato alla realizzazione di due workshop, uno a Stoccolma (2007) e uno a Reggio Emilia (2008), che hanno visto l’elaborazione condivisa di un vocabolario interculturale alla cui definizione hanno partecipato insegnanti, pedagogisti, genitori e mediatrici culturali provenienti dai diversi contesti coinvolti.

 

La prima fase del progetto si è conclusa con un workshop tenuto nella città di Malmö (2-5 aprile 2009) nel quale si è condiviso il lavoro svolto e si è progettata la seconda fase della ricerca che prevedeva la realizzazione di un progetto biennale da svolgersi negli anni 2009-2011, finanziato dal Reggio Emilia Institutet di Stoccolma.

 

Il gruppo di ricerca italo-svedese ha condiviso ipotesi di ricerca e focus di approfondimento, definendo insieme strumenti e modalità di indagine esplicitati in un apposito protocollo. È stata proposta la realizzazione di case study volti ad indagare il tema dei 100 linguaggi dei bambini in contesti multiculturali, coinvolgendo nidi e scuole dell’infanzia delle città di Reggio Emilia, Malmö e Stoccolma.

 

Nel settembre 2009 è stata avviata nei tre contesti la fase di approfondimento su come e quanto la “teoria dei 100 linguaggi” sia in grado di sostenere strategie diverse di integrazione all’interno di un contesto multiculturale quale è sempre quello educativo e scolastico (per la soggettività che ciascuno porta).

 

La fase di osservazione e raccolta dati ha visto un primo appuntamento di confronto tra i tre contesti in occasione del workshop realizzato a Stoccolma dal 24 al 27 gennaio 2010. In concomitanza con la conclusione delle osservazioni nei contesti, dal 27 al 29 settembre 2010 si è tenuto un workshop a Reggio Emilia nel quale si sono discusse le modalità di analisi dei dati raccolti. I prossimi 10-11 ottobre 2011 si terrà nella città di Malmö un incontro di sintesi dei primi risultati emersi dall’approfondimento realizzato con valutazione dei possibili sviluppi futuri del progetto.

 

Partners

Reggio Children, Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia, Reggio Emilia Insititutet (Stoccolma), Centro di risorse per una scuola di moltitudine (Malmö), Stella Nova Forsköla (Stoccolma), Fölet Forsköla e Fröhuset Forsköla (Malmö).

 

 

Reggio Children Footer per la Privacy

Informativa per la privacy

Informativa estesa sull'uso dei cookies

Reggio Emilia approach:
avviso per la tutela dell'autenticità

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche “cookies di terze parti”.
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l’informativa estesa (Clicca qui).
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.
Accetto