Newsletter

La Notte dei Racconti “Sotto un tetto di storie”

La Notte dei Racconti è una proposta, nata dalle Scuole comunali dell’Infanzia e dai Nidi di Reggio Emilia, che ogni famiglia potrà realizzare all’interno della propria casa, accogliendo, se lo desidera, amici e conoscenti per condividere le letture e le narrazioni che i partecipanti sceglieranno e interpreteranno.
Un’iniziativa che è aperta anche a luoghi pubblici come nidi, scuole dell’infanzia, primarie e biblioteche che potranno cogliere l’opportunità per dare vita a questo evento in piena libertà (a Reggio Emilia molte scuole organizzano la “vigilia della Notte dei racconti” il 22 febbraio, per potere passare in famiglia la “vera” notte dei racconti il giorno dopo).

 

Quest’anno il tema è “Sotto un tetto di storie”. Tutti insieme, tutti alla stessa ora, ma ognuno con chi vuole: adulti e bambini attorno a storie, avventure ed emozioni da leggere, narrare e ascoltare.

Per chi lo vorrà sarà possibile iscriversi (laboratorio.rodari@comune.re.it) per realizzare così una grande mappa di voci narranti e non solo attingere alla bibliografia, ma anche scaricare locandine, consiglierìe e giocare con un dado che libera storie.

 

La bibliografia propone un treno di storie: per tutti i gusti, per tutti i sogni: dalla “A” di Altes alla “Z” di Zoboli. E poi c’è anche l’apristoria, la filastrocca che Bruno Tognolini ha dedicato alla Notte dei Racconti 2018, che segna il punto di partenza comune. Un piccolo porto narrativo, da cui tante, tantissime navi partiranno per lidi lontanissimi e fantastici.

A Reggio Emilia, poi, c’è un posto molto speciale che si chiama Centro Verde Prampolini, dove ci sarà una altrettanto speciale Notte dei Racconti venerdì 23 febbraio, ore 20.30 (ingresso libero fino a esaurimento posti).

Collocato in una zona rurale, il Centro Verde è un nido e anche una scuola d’infanzia e consente ai bambini molteplici opportunità per vivere esperienze nella natura. Conta, al proprio interno, un Museo della civiltà contadina, un “luogo della memoria” dove i bambini possono toccare con mano come vivevano, lavoravano e passavano il tempo i nonni e le generazioni passate. E da quest’anno propone una sperimentazione di avvicinamento dei bambini alla lingua inglese. Nella notte dei racconti, molte lingue si mescoleranno in questa scuola: quelle dei narratori della Casa delle Storie, dei genitori di Scuole e Nidi di Reggio Emilia, di Monica Morini del Teatro dell’Orsa con il clarinetto di Gaetano Nenna e dei rappresentanti del Network di Reggio Children, la rete formalizzata costruita con referenti dei Paesi con cui Reggio Children interagisce da più tempo e più stabilmente. Il network in questi giorni ha il proprio incontro annuale a Reggio Emilia: un’occasione preziosa per accogliere in questa scuola, che con la sperimentazione in inglese si vuole aprire al mondo, filastrocche e fiabe in tante lingue diverse.

 

La Notte dei Racconti anticipa e prepara il terreno a Reggionarra  (18 – 20 maggio 2018).

 

Vai alla pagina web della Notte dei Racconti

Reggio Children Footer per la Privacy

Informativa per la privacy

Informativa estesa sull'uso dei cookies

Reggio Emilia approach:
avviso per la tutela dell'autenticità

Informiamo che in questo sito sono utilizzati “cookies tecnici” necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche “cookies di terze parti”.
Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l’informativa estesa (Clicca qui).
Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies.
Accetto